FANDOM


Elfo

"Non avrei mai immaginato che potesse esistere una tale bellezza" mormorò Goldmoon. Quel giorno la marcia era stata dura, ma la ricompensa che li attendeva a destinazione superava ogni loro sogno. I compagni si trovavano in cima a un'alta rupe che dominava la favoleggiata città di Qualinost.
Quattro esili guglie in marmo candido decorato d'argento si innalzavano agli angoli delle città simili a fusi lucenti. Eleganti arcate univano una guglia all'altra svettando nell'aria. Erette dagli antichi metallurghi nanici, erano abbastanza solide da sostenere il peso di un esercito, eppure sembravano talmente delicate da far credere che un solo uccello, posandosi su di esse, avrebbe potuto sbilanciarle. Quegli archi scintillanti erano l'unico confine visibile della città: Qualinost non era cinta da mura. La città elfica accoglieva la foresta circostante a braccia aperte.

- Margaret Weis & Tracy Hickman, Dragons of Autumn Twilight

Gli elfi sono un popolo magico dalla grazia ultraterrena: pur vivendo nel mondo, non ne fanno parte completamente. Vivono in luoghi di bellezza eterea, al centro di foreste millenarie o all'interno di svettanti torri argentate, risplendenti di luce fatata, dove l'aria riverbera di dolci melodie e la brezza porta soavi fragranze. Gli elfi amano la natura e la magia, l'arte e l'artigianato, la musica e la poesia, e tutto ciò che di buono esiste al mondo.

Snelli e Aggraziati

La loro grazia ultraterrena e i loro lineamenti delicati rendono gli elfi irresistibilmente attraenti, sia agli occhi degli umani, sia a quelli di molte razze. In genere gli elfi sono leggermente più bassi degli umani: la loro altezza può variare da poco meno di 1,5 a poco più di 1,8 metri. Sono di corporatura più snella rispetto agli umani e il loro peso varia dai 50 ai 70 kg o poco più. I maschi e le femmine hanno più o meno la stessa altezza; i primi sono leggermente più pesanti delle seconde.
Il colorito degli elfi si presenta in un numero maggiore di tonalità rispetto a quello umano e può includere tonalità ramate, bronzee o azzurro-biancastre; i loro capelli possono essere verdi o blu e i loro occhi sono simili a pozze di oro o di argento liquido. Gli elfi hanno pochissima peluria sul corpo e i loro visi sono perfettamente glabri. Prediligono abiti dal taglio raffinato e dai colori vivaci, e indossano monili semplici ma di fattura squisita.

Uno Sguardo Senza Tempo

Un elfo può vivere anche più di 700 anni e questa longevità gli conferisce una prospettiva più ampia su eventi che turberebbero molte razze dalla vita più breve. Tendono a reagire in modo più divertito che eccitato, a comportarsi più con curiosità che con bramosia e a restare imperturbabili e distaccati di fronte agli insignificanti casi della vita. Quando perseguono un obiettivo, tuttavia, che si tratti di un'avventura, di una missione o dello studio di un'abilità o di un'arte, gli elfi si dimostrano costanti e instancabili. Impiegano molto tempo a bollare qualcuno come un amico o un nemico, e ancora più tempo a dimenticare tale giudizio. Rispondono agli attacchi meschini con il disprezzo e a quelli più seri con la vendetta.
Di fronte al pericolo, gli elfi si dimostrano flessibili come i rami di un giovane albero e cercano sempre di affidarsi alla diplomazia e al compromesso per risolvere i conflitti, prima di ricorrere alla violenza. Di fronte a un'intrusione, a volte gli elfi scelgono di ritirarsi nelle foreste, convinti che basti aspettare che gli invasori se ne vadano. Quando entrare in azione diventa tuttavia necessario, rivelano una devastante perizia militare e danno sfoggio di grande maestria nell'uso della spada, dell'arco e della strategia.

Regni Nascosti nelle Foreste

La maggior parte degli elfi vive nelle foreste, in piccoli villaggi nascosti tra gli alberi. Gli elfi vanno a caccia di selvaggina, raccolgono bacche, funghi e radici, e coltivano ortaggi. Grazie alle loro abilità e alle loro arti magiche sono in grado di sopravvivere senza dover disboscare o dissodare la terra. Sono ottimi artigiani e confezionano abiti e oggetti d'arte finemente lavorati. I loro contatti con gli stranieri sono in genere limitati, anche se qualche elfo si guadagna da vivere agiatamente vendendo oggetti d'artigianato in cambio di metalli (che gli elfi non amano estrarre).
Gli elfi incontrati fuori dalle loro terre sono generalmente musicanti artisti o sapienti girovaghi. I nobili umani entrano spesso in competizione per assicurarsi i servigi di un precettore elfico che istruisca i loro rampolli nell'uso della spada o nella magia.

Esplorazione e Avventura

Ciò che spinge gli elfi ad andare all'avventura è la loro sete di viaggiare. Grazie alla loro longevità possono godersi molti secoli di esplorazioni e scoperte. Non amano i ritmi della società umana, che pur caratterizzata da una sua stabilità nella vita di tutti i giorni, cambia costantemente nell'arco dei decenni, quindi si dedicano a quelle carriere che permettono loro di muoversi liberamente, al ritmo che prediligono. Gli elfi amano anche affinare la loro perizia militare o accrescere i propri poteri magici, e la vita dell'avventuriero permette loro di ottenere tutto questo. Alcuni potrebbero unirsi a un gruppo di ribelli che lotta contro un oppressore, mentre altri potrebbero ergersi a campioni di una nobile causa.

Altezzosi ma Cortesi

Anche se a volte possono apparire scostanti, gli elfi generalmente sono gentili anche nei confronti di coloro che non si dimostrano all'altezza delle loro elevate aspettative... cosa che vale per quasi tutti i non elfi. Nonostante questo, gli elfi sono in grado di trovare qualcosa di buono pressoché in chiunque.
Halfling. "Gli halfling apprezzano i piaceri semplici, una qualità tutt'altro che disprezzabile. Sono creature gentili, si prendono cura l'uno dell'altro e si dedicano ai loro giardini, ma hanno dimostrato che quando serve possono essere più tenaci di quanto sembri."
Nani "I nani sono creature rozze, goffe e noiose. D'altra parte, le loro carenze nell'umorismo, nella raffinatezza e nell'educazione sono compensate dal loro coraggio. E devo ammettere che i migliori tra i loro fabbri producono oggetti la cui bellezza rivaleggia con quella degli oggetti elfici."
Umani "Tutta quella fretta, quell'ambizione e la determinazione di realizzare qualcosa prima che la loro breve vita giunga al termine... come sembrano futili, a volte, tutti gli sforzi umani. Ma basta guardare ciò che hanno realizzato, e non si può non provare ammirazione per loro, Se solo imparassero a rallentare e ad apprezzare i dettagli..."

Nomi degli Elfi

Gli elfi vengono considerati bambini finché non si dichiarano adulti, cosa che avviene più o meno intorno al loro centesimo compleanno. Prima di allora vengono chiamati con il loro nome da bambino.
Quando si dichiara adulto, un elfo sceglie anche un nome da adulto, anche se può capitare che chi lo conosceva da giovane continui a chiamarlo con il suo nome da bambino. Tutti i nomi elfici da adulto sono creazioni uniche, sebbene alcuni possano ricordare i nomi di figure rispettate o di altri familiari. Sono poche le differenze tra i nomi femminili e quelli maschili; gli esempi forniti di seguito rappresentano solo una tendenza generale. Oltre ai suddetti nomi, ogni elfo possiede anche un nome di famiglia, in genere formato dalla combinazione di altre parole elfiche. Alcuni elfi, in occasione dei loro viaggi tra gli umani, traducono il nome familiare in Comune, mentre altri mantengono la versione in Elfico.

  • Nomi da Bambino: Ara, Bryn, Del , Eryn, Faen, Innil, Lael, Mella, Naill, Naeris, Phann, Rael, Rinn, Sai, Syllin, Thia, Vall
  • Nomi Maschili da Adulto: Adran, Aelar, Aramil, Arannis, Aust, Beiro, Berrian, Carric, Enialis, Erdan, Erevan, Galinndan, Hadarai, Heian, Himo, Immeral, Ivellios, Laucian, Mindartis, Paelias, Peren, Quarion, Riardon, Rolen, Soveliss, Thamior, Tharivol, Theren, Varis
  • Nomi Femminili da Adulto: Adrie, Althaea, Anastrianna, Andraste, Antinua, Bethrynna, Birel, Caelynn, Drusilia, Enna, Felosial, Ielenia, Jelenneth, Keyleth, Leshanna, Lia, Meriele, Mialee, Niavara, Quelenna, Quillathe, Sariel, Shanairra, Shava, Silaqui, Theirastra, Thia, Vadania, Valanthe, Xanaphia
  • Nomi di Famiglia (traduzioni più comuni): Amakirr (Fior di Gemma), Amastacia (Fiore Stellare), Galanodel (Voce di Luna), Holimion (Lacrima di Diamante), Ilphelkiir (Bocciolo di Gemma), Liadon (Fronda d’Argento), Meliamne (Tallone di Quercia), Nailo (Brezza Notturna), Siannodel (Torrente di Luna), Xiloscient (Petalo d’Oro)

Tratti degli Elfi

Un personaggio elfo è dotato di una vasta gamma di capacità naturali, affinate dal suo popolo nel corso di interi millenni

  • Incremento dei Punteggi di Caratteristica. Il punteggio di Destrezza di un elfo aumenta di 2.
  • Età. Anche se gli elfi raggiungono la maturità fisica più o meno alla stessa età degli umani, la visione elfica della maturità trascende l'aspetto puramente biologico e comprende un'esperienza più ampia del mondo. Gli elfi generalmente si dichiarano adulti e assumono il loro nome da adulto intorno all'età di 100 anni, e possono vivere fino a 750 anni.
  • Allineamento.Gli elfi amano la libertà, la varietà e l'espressione individuale, cosa che li avvicina agli aspetti più positivi del caos. Apprezzano e proteggono la libertà degli altri quanto la propria, e per buona parte tendono al bene piuttosto che al male. I drow costituiscono un'eccezione: il loro esilio nell'Underdark li ha resi malevoli e pericolosi. I drow tendono per la maggior parte al male piuttosto che al bene.
  • Taglia. Un elfo ha un'altezza che va da poco meno di 1,5 a poco più di 1,8 metri e una struttura snella. E' una creatura di taglia Media.
  • Velocità. La velocità di base sul terreno di un elfo è di 9 metri.
  • Scurovisione. Un elfo, abituato a muoversi nella penombra del sottobosco e alla luce della luna, beneficia di una vista superiore nell'oscurità e nelle condizioni di luce fioca. Un elfo in condizioni di luce fioca può vedere fino a 18 metri come se si trovasse in condizioni di luce intensa e nell'oscurità come se si trovasse in luce fioca. Nell'oscurità non è in grado di discernere i colori, ma solo le tonalità di grigio.
  • Sensi Acuti. Un elfo ha competenza nell'abilità Percezione.
  • Retaggio Fatato. Un elfo dispone di vantaggio ai tiri salvezza per non essere affascinato e non può essere addormentato tramite la magia.
  • Trance. Gli elfi non hanno bisogno di dormire. Anziché dormire entrano per 4 ore al giorno in una profonda meditazione e in uno stato semicosciente. (Il termine in Comune per tale meditazione è "trance".) Durante questa meditazione, l'elfo entra in una sorta di stato sognante, che in realtà non è altro che una serie di esercizi mentali che anni di pratica hanno reso automatici. Dopo tale periodo, l'elfo ottiene gli stessi benefici di 8 ore di sonno per un umano.
  • Linguaggi. Gli elfi sanno parlare, leggere e scrivere in Comune e in Elfico. L'Elfico è una lingua fluida, dalle tonalità spesso sottili e dalla grammatica complessa. La letteratura elfica è ricca e variegata: i loro canti e i loro poemi sono celebri anche presso le altre razze. Molti bardi imparano la lingua degli elfi per potere aggiungere le ballate elfiche al proprio repertorio.

Sottorazze

Antiche divisioni nel popolo elfico sono risultate in tre sottorazze principali: gli elfi alti, gli elfi dei boschi e gli elfi oscuri. Questo documento presenta due delle sottorazze tra cui scegliere. In alcuni mondi, queste sottorazze sono ulteriormente divise, in modo da permetterti una scelta in una sottorazza ancora più specifica.

Elfo Alto

Un elfo alto è dotato di una mente brillante e della padronanza di alcune forme basilari di magia. In molti mondi di D&D esistono due tipologie di elfi alti (che comprende gli elfi grigi e gli elfi delle valli di Greyhawk, i Silvanesti di Dragonlance e gli elfi del sole di Forgotten Realms), che si considera superiore alle altre razze e anche agli altri elfi, è altezzoso e si tiene a distanza da tutti gli altri. L'altro tipo (che comprende gli elfi alti di Greyhawk, i Qualinesti di Dragonlance e gli elfi della luna di Forgotten Realms), è più diffuso e più amichevole, e i suoi membri si mescolano più facilmente agli umani e alle altre razze.
Gli elfi del sole di Faerun (chiamati anche elfi dorati o elfi dell'alba) hanno la pelle color bronzo e i capelli ramati, neri o biondo oro. I loro occhi sono dorati, argentei o neri. Gli elfi della luna (chiamati anche elfi d'argento o elfi grigi), sono molto più pallidi, hanno la pelle color alabastro, a volte tendente all'azzurro. Spesso hanno i capelli color bianco-argentati, neri o blu, ma non sono rare nemmeno le chiome di varie tonalità di biondo, castano e rosso. Hanno gli occhi blu o verdi, punteggiati d'oro.

  • Incremento dei Punteggi di Caratteristica. Il punteggio di Intelligenza dell'elfo alto aumenta di 1.
  • Addestramento nelle Armi Elfiche. Un elfo alto ha competenza nelle spade corte, nelle spade lunghe, negli archi corti e negli archi lunghi.
  • Trucchetto. Un elfo conosce un trucchetto scelto dalla lista degli incantesimi da mago. la caratteristica da incantatore per questo trucchetto è Intelligenza.
  • Linguaggio Extra. Un elfo alto sa parlare, leggere e scrivere un linguaggio extra a sua scelta.

Elfo dei Boschi

Un elfo dei boschi è dotato di sensi acuti e di un profondo intuito, nonché di un passo leggero che gli consente di spostarsi velocemente e silenziosamente attraverso le sue foreste natie. Questa categoria di elfi include gli elfi selvaggi (grugach) di Greyhawk, i Kagonesti di Dragonlance e anche le razze denominate elfi dei boschi di Greyhawk e Forgotten Realms. Nel Faerun gli elfi dei boschi (chiamati anche elfi selvaggi, elfi verdi o elfi delle foreste) vivono isolati e diffidano di tutti i membri delle altre razze.
Gli elfi dei boschi tendono ad avere la pelle ramata, a volte con qualche traccia di verde. I loro capelli tendono al nero o al castano, ma esistono anche alcuni individui biondi o dai capelli ramati. I loro occhi sono verdi, marrone o nocciola.

  • Incremento dei Punteggi di Caratteristica. Il punteggio di Saggezza di un elfo dei boschi aumenta di 1.
  • Addestramento nelle Armi Elfiche. Un elfo dei boschi ha competenza nelle spade corte, nelle spade lunghe, negli archi corti e negli archi lunghi.
  • Piede Lesto. La velocità base sul terreno di un elfo dei boschi aumenta a 10,5 metri.
  • Maschera della Selva. Un elfo dei boschi può tentare di nascondersi alla vista altrui anche quando è leggermente oscurato da fogliame, pioggia fitta, neve, foschia e altri fenomeni naturali.

Elfo Oscuro (Drow)

I drow discendono da un'antica sottorazza di elfi dalla pelle scura che fu esiliata dal mondo di superficie per aver seguito la dea Lolth sulla via del male. Oggi i drow hanno edificato una loro società nelle viscere dell'Underdark, modellata sulla Via di Lolth. I drow, detti anche elfi oscuri, hanno la pelle nera, simile all'ossidiana lucida, e capelli colore bianco lucente o giallo tenue. Generalmente hanno gli occhi molto pallidi (talmente pallidi da sembrare quasi privi di pupille) o di sfumature lilla, argento, rosa, rosso e blu. Tendono a essere ancora più piccoli e magri degli altri elfi.
Gli avventurieri drow sono rari. Un giocatore dovrà consultarsi con il Dungeon Master per ottenere il permesso per interpretare un drow.

  • Incremento di Punteggio di Abilità. Il punteggio di Carisma di un elfo oscuro aumenta di 1.
  • Scurovisione Superiore. La scurovisione di un elfo oscuro arriva fino a 36 metri.
  • Sensibilità alla Luce del Sole. Un elfo oscure dispone di svantaggio ai tiri per colpire e alle prove di Saggezza (Percezione) basate sulla vista quando l'elfo in questione, il bersaglio del suo attacco o l'oggetto da percepire si trovano in piena luce del sole.
  • Magia Drow. Un elfo oscuro conosce il trucchetto Luci Danzanti. Quando raggiunge il 3° livello, può lanciare l'incantesimo Luminescenza una volta con questo tratto e recuperare la capacità di farlo quando completa un riposo lungo. Quando raggiunge il 5° livello può lanciare l'incantesimo Oscurità una volta con questo tratto e recuperare la capacità di farlo quando completa un riposo lungo. La caratteristica da incantatore per questi incantesimi è il Carisma.
  • Addestramento nelle Armi Drow. I drow hanno competenza nelle spade corte, negli stocchi e nella balestre a mano
L'Oscurità dei Drow

Se non fosse per una celebre eccezione, tutti i drow sarebbero universalmente disprezzati. la maggior parte della gente li considera un popolo di predoni e veneratori di demoni che vive nelle profondità dell'Underdark e ne esce solo nelle notti più buie per saccheggiare e massacrare gli odiati abitanti di superficie. La loro è una società depravata, incentrata sul culto di Lolth, la dea ragno, che incoraggia l'omicidio e lo sterminio di intere famiglie nella competizione tra i casati nobiliari per ottenere il suo favore.
Tuttavia esiste almeno un drow che ha voltato le spalle a queste usanze. Nel mondo di Forgotten Realms, Drizzt Do'Urden, ranger delle terre settentrionali, ha dimostrato il suo valore ergendosi come difensore dei deboli e degli innocenti. Dopo aver ripudiato il suo retaggio e aver vagato a lungo in un mondo che lo guarda con terrore e disprezzo, Drizzt è diventato un modello per quei pochi drow che hanno deciso di seguire le sue orme, alla ricerca di una vita lontana dalla società malvagia della loro patria nell'Underdark.
I drow crescono nella convinzione che le altre razze di superficie siano inferiori e siano utili solamente come fonte di schiavi. I drow che sviluppano una coscienza o che si trovano obbligati a collaborare con i membri delle altre razze hanno comunque difficoltà a superare tale pregiudizio, specialmente se sono a loro volta oggetti di odio e disprezzo.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.